Raccontare l’infanzia ai tempi della pandemia

Comunicato del “Coordinamento Nazionale per le politiche dell’infanzia e della sua scuola”

AIMC, ANDIS, CIDI, FNISM, MCE, FLC CGIL, CISL SCUOLA, Federazione UIL SCUOLA RUA SNALS-CONFSAL

Ripartire – Ripensare – Responsabilità: raccontare l’infanzia ai tempi della pandemia

Roma, 22 luglio – Il “Coordinamento Nazionale per le politiche dell’infanzia e della sua scuola” composto da associazioni ed organizzazioni sindacali, consapevole che la pandemia ha modificato profondamente le relazioni sociali ed educative, prosegue l’attività di ascolto e di confronto con tutti i protagonisti che costituiscono la realtà quotidiana delle bambine e dei bambini e lancia la campagna: “Racconta l’infanzia al tempo della pandemia”.

La campagna si rivolge agli operatori del settore, alle famiglie e tutti coloro che sono impegnati in attività educative rivolte alle bambine e ai bambini da 0 a 6 anni, che possono partecipare condividendo e socializzando la propria esperienza per mettere a frutto i vissuti di ognuno e rilanciare un’idea di scuola e di società fondata sull’accoglienza, sulla condivisione, sull’inclusione. 

E’ possibile inviare il proprio breve contributo, che evidenzi criticità e punti di forza di questo periodo, conquiste e  perdite che si sono generate, entro la fine di settembre 2021, compilando i seguenti moduli per insegnante/educatore/dirigente/ collaboratore: https://forms.gle/KSjQJWsjD9wNw67D6   o per genitore: https://forms.gle/2MTrrLq1xzSX6Yt18 .

Le modalità di partecipazione inoltre, saranno pubblicate sui siti delle organizzazioni e delle associazioni che compongono il Coordinamento: AIMC, ANDIS, CIDI, FNISM, MCE, FLC CGIL, CISL SCUOLA, Federazione UIL SCUOLA RUA SNALS-CONFSAL

Ripartire – Ripensare – Responsabilità saranno le parole d’ordine per affrontare le sfide che il mondo dell’infanzia pone dopo oltre un anno caratterizzato da incertezze e timori, ma anche da uno straordinario impegno per dare valore e significato a un percorso di crescita che non si è interrotto e che ricostruiremo attraverso i racconti di chi lo ha vissuto.

Leggi il documento di presentazione dell’iniziativa.

Share